Emozioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Quando riflettiamo sul nostro dialogo interno,

spesso lo rappresentiamo come una matassa

confusa fatta di emozioni,stati d’animo e

pensieri più o meno inconsci.

Esiste una mappa che ci aiuti a distinguere

le diverse componenti della nostra esistenza

interiore?

Il mio dialogo interno è, in realtà, il risultato finale di una

serie di processi mentali che arrivano alla coscienza sotto forma di contenuto mentale. Questo dialogo interno è in grandissima parte composto da una serie di criteri nati nella mia mente. Criteri che si sono formati durante il mio passato, nel corso della mia infazia e della mia adolescenza come conseguenza di scelte fatte, di esperienze vissute e di ambienti nei quali sono cresciuto.

Il mio dialogo interno si compone di conversazioni, di linguaggio e quindi soprattutto di significati. L’insieme di questi significati, una volta che mi affiorano alla coscienza, mi forniscono quelle tonalità emotive all’interno delle quali io passo le mie giornate. 

Parliamo ad esempio di gioia, amore, paura, ansia, serenità, sentimento di insoddisfazione o frustrazione.

Mappare il contenuto mentale è un po’ difficile: sarebbe come provare a disegnare il perimetro percorso da un cavallo impazzito.

Possiamo dire che la mente si configura come un dialogo continuo formulato in pensieri consci e inconsci. Pensieri che in parte vengono poi comunicati al nostro sistema limbico e inseguito tradotti in emozioni. Queste ultime sono più che altro scariche ormonali o di mediatori chimici (vedi adrenalina, endorfina, ecc) che si traducono in nuovi pensieri da un lato e sensazioni fisiche dall’altro (sudorazione, aumento del battito

cardiaco, vasodilatazione dei tessuti sanguigni, ecc). 

È importante però capire che il contenuto mentale è il prodotto di un continuo feedback tra il mondo esterno e la mia coscienza.

Facciamo un esempio. Se sono sul lungomare e sto passeggiando, nel frattempo guardo il sole che tramonta e ho un dialogo con me stesso che mi dice: “Ma che bello trovarmi in questo posto, in questo momento. Provo proprio una bella sensazione di benessere!”. Magari invece la persona che sta accanto, e guarda lo

stesso tramonto, ha appena ricevuto un messaggio da un parente o da qualcuno che le ha dato una brutta notizia: il suo cuore quindi, vedendo il tramonto si riempie di malinconia e tristezza.

Questo perché il contenuto mentale e il dialogo interno,

attraverso il quale guardiamo quello stesso tramonto, ci

restituiscono due esperienze, due tonalità emotive e due

emozioni fondamentalmente diverse.

Ritengo giusto e utile che le persone cerchino di ottenere quella tipologia di strumenti in grado di spiegare almeno in parte il modo in cui si forma l’esperienza del mondo che sto vivendo attraverso il mio contenuto mentale.

Nel momento stesso in cui sono in ascolto, e recepisco il mio contenuto mentale, la mia esperienza del mondo si è già formata.

Ciò che infatti a volte manca nelle nostre vite sono quei momenti in cui riusciamo a diventare consapevoli, magari anche grazie a qualcuno che riesce a fornirci gli strumenti utili a capire in che modo si forma la cosiddetta “vita mentale”.

Perché non è nel mondo che io troverò la bellezza, non è là fuori che troverò la simpatia, la felicità, l’amore. Purtroppo la maggior parte della formazione e dell’educazione ricevuta durante la crescita ci consegna un messaggio preciso: solo se sarò in grado di trovare qualcosa all’esterno di me stesso allora potrò provare sentimenti come l’amore, il benessere, la felicità.

La realtà è che la “vita mentale” nasce e muore all’interno del nostro cervello: per questo arrivare a capire come nasce, si sviluppa e muore, ci permetterà di viverla in modo più intenso, consapevole e quindi libero.Cit: Forma Mentis – ebook di Lorenzo Gallinari, Founder – Limitless Mind

Articoli correlati

Linguaggio

[ «Il linguaggio è la casa dell’essere. Nella sua dimora abita l’uomo. I pensatori e i poeti sono i custodi

Leggi tutto...

Stress

Lo stress – come inteso a Limitless – non è causato dal mondo esterno e non verrà mai dissipato né

Leggi tutto...

Libri

[“Leggo, per quanto è possibile, soltanto ciò di cui ho fame, nel momento in cui ne ho fame, e alora

Leggi tutto...